AltaRoma 2017. La creatività sfila in un Luglio di fuoco

Guido Reni District, 6 Luglio. Mentre il termometro in città arriva a 38°, si apre l’ultima edizione per il 2017 di AltaRoma AltaModa. Ad inaugurare le sfilate, ieri mattina, Morfosis di Alessandra Cappiello con la sua Eresia: una Collezione P/E 2018 caratterizzata da linee razionali e minimaliste, colori basici mixati a rame, verde bottiglia, giallo, con dettagli in oro e argento per tessuti in contrasto. Dal lurex all’organza passando per piquet di cotone, seta e tulle. A seguire, la Collezione Moi Multiple creata da Anna Francesca Ceccon, minuta e vigorosissima Designer milanese: un trionfo di innovazione e tradizione, dove gli abiti dalle linee a scatola o a trapezio si mescolano con forme e tessuti contemporanei. Ecco allora l’organza che sposa l’inserto in pelliccia dai colori acidi, le frange mixate ai disegni geometrici, il rosa cipria che incontra l’arancio, il verde tiffany e il menta.

Nel pomeriggio, è la volta di Greta Boldini brand fondato da Alexander Flagella e Michela Musco, con Sussurri. A sfilare, nuove esploratrici dello stile dotate di mini borraccia, cappelli clericali (che ci ricordano Sophia Loren) e tuniche dai colori sgargianti. I tessuti sono impalpabili o al contrario strutturati, fra organze, chiffon, nylon e cotone. Le shoes, comode e ultrapiatte come le pantofoline da mare, decorate con una rouche, alternate a stivaletti a stampa microfloreale. E a chiudere la serata, l’evento opening presso il MAXXI. (nelle immagini: in apertura, gli elaborati tessuti per Moi Multiple; un dettaglio microfloreale by Greta Boldini e infine argento e organza per Morfosis  – ph_courtesy of MDB)

più letti