Collezione Fiocco Estate 2021. La donna di Vittorio Camaiani si svela a Palazzo Colonna

È un abbraccio d’amore che corre lungo un abito in lino. È un nodo di cordoncino a esaltare il punto vita. È un dettaglio che cinge le caviglie sui pantaloni fluidi. È un motivo in contrasto che parte dalle spalline e giunge sino ai sandali intrecciati. È la Collezione Fiocco Estate 2021 di Vittorio Camaiani, presentata nel petit defilé di Domenica 23 presso la Coffee House di Palazzo Colonna, al 67 di Piazza SS.Apostoli. Un inno alla femminilità e all’eleganza sussurrata, all’equilibrio e alla bellezza sottolineata dalle sublimi note di Vivaldi, che accompagnano leggere tutta la sfilata come un trait d’union armonico. Ed ecco le jumpsuit in morbido jeans, gli abiti a trapezio, i pantaloni cropped, le maxi gonne gipsy, i minidress le cui ampie maniche diventano baschina, le gonne mimetiche e gli abiti lunghi con morbido orlo a palloncino. Il tutto in un mix di tessuti e accessori in perfetto equilibrio estetico: seta, organza, lino, cotone, tessuti baiadera, passamanerie e ricami in perline, applicazioni in rafia, bracciali in plexi e legno, sandali ultraflat o tacco 15, ballerine a punta. La palette dei colori è sobria, con tinte polverose e punti luce in contrasto: rosa, lilla, bianco calla, verde pistacchio o color smeraldo, marrone e crema, rosso amaranto, beige, quasi a dialogare con gli affreschi della volta fra presente, passato e futuro della Moda. Un senso delle proporzioni che solo lo Stilista sa calibrare ad arte, con l’abilità sartoriale tipica del Made in Italy e che traspare nei dettagli di deliziose manichine ad ali di farfalla, nei fiocchi posti in punti strategici, negli accessori moderni, negli oblò sulla schiena. E al centro della sala, la collezione di fiocchi, velette e guanti vintage – donata dal figlio di Emanuela di Castelbarco, nipote di Arturo Toscanini e figlia di Wally, recentemente scomparsa –elemento di ispirazione per l’incipit della sfilata. Altrove i bozzetti originali dello Stilista, dove emerge tutta la creatività di Vittorio fatta di gesti leggeri e raffinati. E mentre ammiriamo gli abiti, si scopre un’idea di donna elegante, misurata che ama il particolare chic senza eccessi: una femminilità vera che traspare da ogni abito così come sognato da Vittorio nel suo Atelier. Perché “la Moda è dire qualcosa prima della parola”.
(ph_Marina De Benedictis, tutti i diritti riservati: in apertura, i bozzetti originali di Vittorio Camaiani per la Collezione Fiocco; a seguire: un composit fra gli abiti in sfilata e gli affreschi di Francesco Mancini nella volta della Coffee House Palazzo Colonna; in chiusura: i fiocchi e le velette donati dal figlio di Emanuela di Castelbarco)

www.vittoriocamaiani.it
www.coffeehousecolonna.it

Vittorio Camaiani_biografia
Il Poeta della moda, un Artigiano che sa mixare creatività, arte, contemporaneità e tradizione nell’Haute Couture: tutto questo è Vittorio Camaiani. Dopo il suo esordio come assistente dello stilista Massimo Fioravanti negli Atelier di Via di Fontanella Borghese a Roma e di Vicolo Crispi a San Benedetto del Tronto, nei primi anni ’90 Vittorio fonda l’etichetta Vittorio Camaiani e sviluppa il suo stile personale e una visione dell’eleganza femminile che diventano ben presto il suo marchio distintivo. Tra sete e cachemere, tra lini e batik, la donna Camaiani si distingue per lo stile senza tempo, raffinato e concreto. Se infatti la manifattura impeccabile dei preziosi ricami degli abiti da sera potrebbe riportare il lavoro di Vittorio ai tempi lontani degli atelier di alta moda del passato, la modernità e l’unicità delle sue proposte creative offrono un racconto sofisticato sulla donna di oggi. Dalla collezione dedicata a Magritte, a quella dedicata ad Escher, dall’antico Egitto alla Venezia viscontiana fino al Seicento di Velàzquez, la moda di Vittorio è sempre una sorpresa. Con la formula degli “Atelier per un giorno”, infine, lo Stilista propone da anni alle sue clienti un’esperienza unica nel suo genere in location di lusso: un modo di incontrare le sue eleganti creazioni che riporta all’atmosfera raffinata degli atelier di moda degli anni Cinquanta.

Vittorio Camaiani Atelier
tel. 0735 780113
vittoriocamaiani@gmail.com