All’Auditorium Parco della Musica si inaugura la nuova rassegna: Libri Come

Torna all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, dal 22 al 24 marzo, “Libri Come. La Festa del Libro e della Lettura” a cura di Michele De Mieri, Rosa Polacco e Marino Sinibaldi: incontri, lezioni, dialoghi, spettacoli, mostre con tanti nomi della letteratura italiana e mondiale raccolti in un grande festival prodotto dalla Fondazione Musica per Roma. Per l’edizione numero XV Libri Come ha scelto come parola guida, come bussola di molti dei suoi incontri, la parola UMANITÀ.
Come avviene da alcuni anni l’inaugurazione è doppia: una la mattina in otto scuole superiori della città dove andranno otto scrittori e scrittrici (Caterina Bonvicini, Laura Buffoni, Annalisa Camilli e Giulia Caminito, Mauro Covacich, Piero Dorfles, Polo Pecere, Romana Petri, Licia Troisi) a presentare i loro libri, incontrando insegnanti e studenti; nel pomeriggio del venerdì 22 marzo si continua nelle sale dell’Auditorium, dove si comincia con i primi incontri che ci accompagneranno per tre giorni, fino a domenica sera. Come sempre molti sono gli autori internazionali che animeranno questa edizione: Asmaa Alghoul, Julian Barnes, Elif Batuman, Boris Belenkin, Àngeles Caso, David Grossman, Gohar Homayounpour, Raphael Kraftt, Etgar Keret, Andrej Kurkov, Bjorn Larsson, Alex Mar, Ottesa Moshfegh, Selim Nassib, Sofi Oksanen, Selby Wynn Schwartz, Tamar Weiss-Gabbay.
Della situazione israelo palestinese dopo l’attacco del 7 ottobre da parte di Hamas e della reazione di Israele parleranno Etgar Keret, David Grossman (La pace è l’unica strada), Tamar Weiss-Gabbay (La meteorologa), Asmaa Alghoul e Selim Nassib (autori di La ribelle di Gaza).

Il conflitto tra Russia e Ucraina, la vicenda di Navalny, saranno al centro degli interventi di Andrej Kurkov e Boris Belenkin: il primo è il più importante scrittore ucraino, il secondo, scrittore e attivista, è il Premio Nobel per la pace 2022 per il lavoro di conservazione della biblioteca delle biografie di Memorial. Di cultura russa parlerà poi Paolo Nori nella sua lezione.
Della persecuzione e uccisione delle donne si occuperanno, in vari contesti, gli incontri con la psicanalista iraniana Gohar Homayounpour (Blues a Teheran), con la scrittrice e drammaturga finlandese Sofi Oksanen (autrice di Contro le donne. Lo stupro come arma di guerra), e quello con la scrittrice americana Selby Wynn Schwartz, Le figlie di Saffo (Libro dell’anno per il New York Times Book Review). In questo contesto Libri Come accoglie anche la presentazione del libro che Gino Cecchettin ha dedicato alla figlia Giulia.
Da non perdere poi gli incontri con Elif Batuman e Ottessa Moshfegh, due delle più brillanti autrici della recente letteratura americana, a Libri Come presentano, rispettivamente Aut-Aut e McGlue. Così come si annuncia molto interessante quello con la spagnola Àngeles Caso, autrice di un romanzo imperniato sulle vicende delle sorelle Brontë (Tutto questo fuoco).
All’evento finale, Come restare umani in tempo di guerra?, domenica 24 alle 18.30, dedicato ai due fronti dove si combatte in questi mesi, prenderanno parte Andrej Kurkov, Etgar Keret e Francesca Manocchi, insieme a Marino Sinibaldi. A seguire, nella Sala Sinopoli, Ascanio Celestini per la rassegna Storie e Controstorie, porterà in scena Toni Mafioso.
Dal 22 al 24 marzo 2024
Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone
Via Pietro de Coubertin, 30
www.https://www.auditorium.com/it