Touch Nature. A Roma l’arte si fa denuncia dei danni ambientali attraverso il pathos

Roma, Forum Austriaco di Cultura. E’ stata appena inaugurata nella Capitale la mostra collettiva “Touch Nature” che raccoglie le opere di 15 Artisti austriaci e 4 italiani, con le loro creazioni sul tema del rapporto uomo/natura e sui danni ambientali. Diverse le tecniche utilizzate per esprimere la sofferenza ambientale, lo scempio e la distruzione operati dall’uomo ormai sin dalla prima industrializzazione a oggi: pittura, grafica, fotografia, scultura, installazioni e video. Ad accoglierci, sulle scale del Forum, l’emblematica opera in resina dipinta di nero di Judith Wagner “Unter Wolfen”, dove un uomo animalesco incede carponi nel bel mezzo di un branco di lupi generando nello spettatore inquietudine e pathos. “La Natura – afferma la curatrice Adriana Rispoli – non è più materia prima, medium o specchio, ma, come testimonia una nuova generazione di artisti di ogni latitudine, un’esigenza primaria manifesta nella necessità di riavvicinarsi ad essa, nel ricercare un doveroso equilibrio, nel rileggerne la forza propulsiva facendosi portavoce della sua potenza e soprattutto della sua fragilità. La nostra mostra si inserisce in un proliferare di eventi espositivi iniziato già da alcuni anni a livello globale, che mischiando generazioni, aree geografiche e modalità espressive, dimostrano quanto la tematica ambientale sia presente nell’orizzonte dilatato dell’arte contemporanea. Ma la tempestività del momento, Settembre 2021, un periodo di apparente transizione tra un’era pre e post Covid, fa di Touch Nature e naturalmente degli artisti coinvolti, un caposaldo da cui ripartire”.

Gli Artisti che espongono, ciascuno con una diversa e pregnante interpretazione del tema portante, sono: Elena Mazzi, Andrea Francolino, Luana Perilli, Leone Contini, Barbara Anna Husar, Claudia Märzendorfer, Edgar Honetschläger, Ferdinand Melichar, Hans Schabus, Ines Doujak, Judith Saupper, Judith Wagner, Klaus Pichler, Laurent Ziegler, Martin Schrampf, Nives Widauer, Oliver Ressler, Peter Hauenschild, Veronica Dirnhofer.
Il Forum Austriaco di Cultura di Roma, diretto da Georg Schnetzer, ospiterà le opere sino al 15 novembre 2021. La collettiva è stata concepita da Sabine Fellner e curata dalla stessa con Adriana Rispoli. (credits foto: in apertura, l’opera Hanging Lava di Luana Perilli, ph_© Marina De Benedictis; a seguire: Unter Wolfen di Judith Wagner, ph_© Marina De Benedictis; la locandina della mostra, con l’immagine della serie Gras, ©Laurent Ziegler-Georg Blaschke, courtesy of Enrica Procaccini, Ilaria Urbani Ufficio Stampa)
Touch Nature
Sino al 15 Novembre 2021
Forum Austriaco di Cultura di Roma
viale Bruno Buozzi, 113
Ingresso gratuito-prenotazione obbligatoria: prenotazione.forumaustriaco@gmail.com
Orari: lun – ven, ore 9.00 – 17.00; esclusi i giorni: 17, 22, 23 settembre; 24 settembre (fino alle ore 14.00); 21 ottobre; 22 ottobre (fino alle ore 15.00); 3 novembre (a partire dalle ore 15.00); 4 novembre; chiuso: 26 ottobre (Festa nazionale austriaca); 1 novembre (Ognissanti)
Performance di Leone Contini: 25 settembre 2021, ore 18.00Norme anti-covid: obbligo di greenpass o tampone negativo 48 ore antecedenti, esclusi minori sotto i 12 a.; esonero con certificazione medica specifica. Distanziamento e mascherina