Cuartetango ai Giardini della Filarmonica. Passione e nostalgia in omaggio a Piazzolla

Tutto esaurito per l’unica serata in nome del tango, lunedì scorso nei Giardini dell’Accademia Filarmonica Romana al 118 di Via Flaminia con la collaborazione della Ambasciata della Repubblica Argentina. Un semplice palco, cinque musicisti, due ballerini e il ponentino romano a fare da cornice nel verde degli spazi dell’Accademia.
Cuartetango, omaggio ad Astor Piazolla” è uno degli spettacoli internazionali previsti dal programma della nuova stagione 2021 open air denominata “Musica da amare” (https://www.farecentronews.com/?p=6879). Tredici i brani sapientemente interpretati dal quintetto Cuartetango fra Piazzolla, Gardel, Rovira, Troilo e altri artisti del “pensiero triste che si balla”: da ascoltare in purezza o con le coreografie del duo Leonardo Felix Elias e Maria Cristina Elias,a sottolineare tutta la passionalità che caratterizza da sempre il tango argentino. Come narratore, Raùl Dousset che ci racconta la storia dei grandi talenti sudamericani, imbracciando poi il flauto per farci sognare fra gli spartiti sublimi; Giuliano Bisceglia al violino, con i suoi continui e sorprendenti virtuosismi; Gianfranco Benigni al violoncello, dai suoni nostalgici ma potenti; Luis Gabriel Chami al pianoforte con le note altisonanti e classiche; infine Giampaolo Costantini all’immancabile bandoneòn, strumento chiave per ogni orchestra di tango. E la poesia dei movimenti di Leonardo e Cristina Elias – collaudata coppia artistica e nella vita – come un fil rouge fra passione, bellezza, nostalgia. E il pubblico a fine serata grida “otra, otra!”. (nelle immagini: in apertura, Leonardo e Cristina Elias sul palco durante lo spettacolo; a seguire: il quintetto Cuartetango nella cornice dei Giardini. Foto di Marina De Benedictis, tutti i diritti riservati)

www.filarmonicaromana.org
www.culturtango.com/

più letti