A L’Aquila un evento unico dedicato ai migliori rosé europei

Da 4 al 6 giugno, il capoluogo abruzzese accoglierà 45 esperti internazionali chiamati ad abbinare i migliori vini rosé premiati con le Medaglie d’Oro dal Concours Mondial de Bruxelles ai piatti proposti dalla cucina stellata della Magione Papale. La prima edizione della Food & Rosé Selection by CMB riunisce insieme a L’Aquila gli esperti del vino rosato nel mondo e le eccellenze della gastronomia abruzzese. Una kermesse di tre giorni che comprenderà degustazioni ma anche incontri e dibattiti sul tema del drink pink. “Sulla scia del successo del Concours Mondial de Bruxelles, che da quasi 30 anni ormai guida i consumatori nella scelta dei vini di alta qualità a livello mondiale – ha detto Baudouin Havaux, presidente del Concours Mondial de Bruxelles e della Food & Rosé Selection by CMB – abbiamo deciso di organizzare quest’anno una nuova competizione che oltre a porre l’accento su un fenomeno globale come quello dei rosati, punta a individuare il loro migliore abbinamento con il cibo. Un nuovo criterio di valutazione quindi, rispetto alle tradizionali modalità promosse dal Concours Mondial de Bruxelles incentrate esclusivamente sul vino e sugli aspetti organolettici, che traccerà diversi trend in fatto di food e pink wine pairing”.

Quale migliore location quindi dell’Abruzzo, uno dei territori italiani che produce il miglior rosé in circolazione: il Cerasuolo d’Abruzzo, che con le sue 6,2 milioni di bottiglie annue prodotte, colloca l’Italia al secondo posto sul podio in termini di export.
“L’agroalimentare e più in particolare la vitivinicoltura – afferma Emanuele Imprudente, vicepresidente della Regione Abruzzo con delega all’agricoltura – sono due veri fiori all’occhiello della nostra regione e, non a caso, contribuiscono fortemente sia all’economia locale che alla qualità dell’offerta italiana apprezzata in tutto il mondo, conosciuta come ‘Italian Life Style’. Avere l’onore di organizzare la prima edizione della Food & Rosé Selection by CMB rappresenta quindi non solo un’occasione strategica per promuovere le eccellenze dell’Abruzzo, attraverso le espressioni del suo territorio che vanno dal vino all’olio, dai formaggi ai salumi, ai prodotti della pesca ed alle produzioni tipiche di eccellenza, ma anche per offrire un rinnovato slancio alla competitività dei nostri territori ricchi di storia, arte e bellezze paesaggistiche, senza dimenticare le innumerevoli attrazioni naturalistiche tra mare e montagna”.

Oltre 120 le etichette in gara, provenienti da Austria, Belgio, Bulgaria, Spagna, Francia, Italia, Grecia, Portogallo, Moldavia, Romania e Slovacchia. Quarantacinque, invece, gli esperti degustatori internazionali – tra sommelier, critici, buyer, giornalisti e rappresentanti di organizzazioni -che vestiranno i panni di giudici per definire l’abbinamento gastronomico più adatto per ogni vino medagliato e per assegnare dunque i Trofei Food & Rosé Selection. (Ph_ courtesy of Consorzio Vini d’Abruzzo)