Auditorium Parco della Musica. 1969 l’anno della controcultura

Prosegue, sino al 6 Gennaio 2020 presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, la mostra 1969 l’anno della controcultura: parole, musica, immagini. Un interessante viaggio ben documentato che parte da San Francisco per sbarcare a New York, passando per Liverpool fra Beat Generation e i Beatles, il rock e i grandi raduni. Su tutto trionfa la musica, con memorabilia, cover di lp, libri, scatti fotografici, poster. E poi le immagini storiche, come la fine della Primavera di Praga, il Gay Pride, le femministe, Woodstock, John Lennon e Yoko Ono, Abbey Road. Una collezione di reperti interessantissimi, sia per chi c’era che per i giovani che non hanno mai vissuto quegli anni. In particolare, spiccano i coloratissimi poster dei concerti e le copertine dei mitici vinili, dove la fotografia o la soluzione grafica del tempo aveva il suo spazio di esprimersi catturando l’attenzione dei fan. A cura di Ernesto Assante. Da non perdere. (ph_apertura courtesy of FondazioneMusicaperRoma Press Office; a seguire, Wild girl dancing – Robert Altman/Michael Ochs via Getty Images)

1969 l’anno della controcultura: parole, musica, immagini
sino al 6 Gennaio 2019
Auditorium Arte_Auditorium Parco della Musica
Via Pietro da Coubertin, 30 Roma
dal lunedì al sabato, h.17-21; domenica e festivi, h. 11-21
ingresso libero
www.auditorium.it