Tangenziale. Un grande debutto sulle ali del rock e della prosa di qualità.

Cosimo Pastorello

Ci aveva promesso rock e poesia e così è stato. Ieri sera al Teatro lo Spazio, Romano Talevi e la sua band di busker ed anime perse ha tenuto il pubblico in sala a stento incollato alle proprie poltrone, tanta era l’energia e l’emozione che dal palco si spandeva in sala. Un’ora e mezza volata via in un’alternanza ben dosata di parole e note dove ogni interprete ha dato il meglio di sé per offrirci uno spettacolo carico di ritmo, emozioni contrastanti e altalenanti tra riflessioni/confessioni sulla tragedia umana e l’esplosione liberatoria del rock puro e trascinante. Giulio Viglianti alla batteria e l’incontenibile Lorenzo Brizi al basso erano il cuore pulsante del gruppo che scandivano con precisione e sincronismo quel tappeto ritmico su cui tutti gli altri inserivano voci e strumenti. Che dire poi della onnipresente chitarra solista di Cosimo Pastorello (un mix tra “slow hand” Clapton e uno scatenato Jeff Beck), col suo stile elegante e assorto che nel finale subisce una metamorfosi tanto da ritrovarlo in piedi ad esibirsi in virtuosismi di hendrixiana memoria.

Deborah Loizzo

Sabina Floccari ha saputo sottolineare col suo violino le atmosfere oniriche di alcuni momenti clou per poi destreggiarsi con padronanza ed energia quando la situazione musicale virava decisamente sul rock. Pierfrancesco Ceccanei, nel ruolo del tormentato e arrabbiato Frank, ci ha regalato un’interprertazione vigorosa e sanguigna degna di un giovane Marlon Brando ( a cui lui giustamente si ispira) complice anche il phisique du rôle che indubbiamente lo aiuta. La giovanissima Deborah Loizzo è stata un vera rivelazione con la sua vocalità dirompente e accattivante che spesso e volentieri duettava splendidamente con l’altra “voce” della band: Yasko Fujii.

Yasko Fujii

Cos’altro dire di questa giapponese naturalizzata italiana se non che è una garanzia di professionalità ed eleganza scenica ovunque lei si esibisca. Ieri sera ci ha commosso dapprima con l’episodio della geisha, una tranche de vie toccante con parole di semplice e raro lirismo, per poi unirsi al gruppo dei musicanti esibendosi al flauto traverso e con il suo timbro lirico in grado di raggiungere estensioni inarrivabili. Rita Pasqualoni, la voce della Tangenziale, in piedi sul suo podio dominava e commentava le vicende umane e non che si dipanavano sul palco. Da attrice consumata ci ha offerto momenti di intensa drammaturgia alternandoli ad altri più leggeri quando contribuiva vocalmente alle performance musicali. A Franco Pistoni, presente in video ma anche in carne ed ossa in sala, era affidato l’arduo compito di declamare sonetti shakespeariani e di essere l’alter ego del protagonista. La voce di Franco, calda, profonda e rassicurante e il suo impatto visivo che come si dice in gergo “bucava” lo schermo, ha dato un contributo determinante al successo corale della prima.

Romano Talevi

Last but not least lui, Romano Talevi, nel ruolo di Krapp il musicista veggente. Front man per l’occasione, voce tonante del rock, intenso interprete nei suoi duetti tra schermo e palco con Franco Pistoni è stato il coagulante del gruppo. Centro di gravità permanente attorno al quale ruotava tutta la vicenda e grande trascinatore di quei momenti squisitamente “rocckeggianti” che hanno raggiunto l’apice nella eccellente interpretazione di una famosa cover dei Jethro Tull: Thick As a Brick. Tangenziale segna anche l’esordio della band Next One, che si è esibita con un organico ampliato e adattato per esigenze sceniche, ma che ci auguriamo ben presto di ritrovare nelle sale romane per la gioia di tutti quelli che amano il sano rock d’altri tempi.

Fino al 9 marzo 2019 – ore 20,30
Teatro Lo Spazio, via Locri, 42 – Roma
Tangenziale – Rock Theatre Live Show
Ideato e diretto da Romano Talevi (autore dei brani originali)

Nextone Band
Yasko Fujii (voce e flauto)
Deborah Loizzo (voce)
Rita Pasqualoni (voce)
Sabrina Floccari (violino)
Cosimo Pastorello (chitarra solista)
Lorenzo Brizi (basso)
Giulio Viglianti (batteria)
Pierfrancesco Ceccanei (voce)
Romano Talevi (voce e chitarra)
Realizzazione video Lorenzo Catapano
Disegno luci Alessio Pascale
Scenografia e costumi Geko Theatre Company
Luci e fonica Francesca Zerilli ed Elisa Pascali
Realizzazione grafica Lorenzo Brizi
Info: infoteatrolospazio.it – www.teatrolospazio.it
tel.06.77076486 – 77204149