Accademia Filarmonica Romana. Note di musica in Sala Casella e al Teatro Argentina

Musica da camera, contemporanea, rock e barocca. Gli appuntamenti dell’Accademia Filarmonica Romana si susseguono nel 2019 per tutto il mese e oltre, in due diverse location: la storica Sala Casella in Via Flaminia e il palcoscenico del Teatro Argentina. Giovedì 14 Febbraio è la volta di Giovanni Sollima al teatro in un recital solistico con Ba-Rock, con i suoni del violoncello da Bach fino ai Nirvana. “Si tratta di un progetto nato alcuni anni fa che fin dall’inizio si è presentato sempre in continua evoluzione. ‒ ha raccontato recentemente l’artista siciliano ‒ Ho iniziato a portare in giro un programma per violoncello solo apparentemente assai informale, costituito in buona parte da una letteratura dimenticata, il barocco bolognese, la prima scuola violoncellistica in Italia e, credo in Europa, e dalla componente ‘sperimentale’ notevolissima e non dissimile da certi brani della letteratura rock degli ultimi trenta o quarant’anni (Beatles, Jimi Hendrix, Slayer, ecc.), architettura e struttura armonica semplice ma al tempo stesso linea di basso sulla quale improvvisare. Il concerto presenta così forti contrasti sul piano sonoro e temporale. Ma penso anche ad una sorta di ‘respiro alternato’ e a una linea comune o linee parallele dove la relazione tra autore/esecutore e strumento è quasi identica, anche a distanza di secoli…”. In Sala Casella, per gli incontri Musica e Letteratura con l’associazione Fabrica, il 15 febbraio va in scena Di questo giorno ovvero Noi, superstitiun’indagine sull’animo umano. In un connubio tra variazioni jazz e canti popolari, la musica come protagonista con la voce di Raffaella Misiti, traccerà la linea del percorso e costruirà la strada per questo viaggio dentro a quello che accade e su cui noi esseri umani possiamo poco, ovvero la nostra sorte. A fine mese invece, i Quartetti per archi di Mozart in due concerti (24 e 28 febbraio) in compagnia dello scrittore e giornalista Sandro Cappelletto, come voce narrante con il Quartetto Guadagnini. Dal 22 febbraio al 12 aprile, per la quarta edizione di ASSOLI, lavori diversi, a partire dall’omaggio ad Ivan Fedele, con la Suite Francese VI per violoncello solo e in prima italiana Gstaad Variationen per arpa sola, con Valentina Coladonato soprano, Emanuela Battigelli arpa, Michele Marco Rossi violoncello, e i pianisti Francesco Granata e Claudio Proietti.(ph_courtesy of Accademia Filarmonica Romana/Giacomo Ligi; Ugo Della Porta)

info: 06-3201752, email promozione@filarmonicaromana.org Programma sul sito www.filarmonicaromana.org    

Prossimi spettacoli 
TEATRO ARGENTINA
giovedì 14 febbraio ore 21
Giovanni Sollima Ba-Rock
Giovanni Sollima violoncello
musica dal barocco al rock
SALA CASELLA
venerdì 15 febbraio ore 20.30
Musica e letteratura
Di questo giorno ovvero Noi, superstiti
Raffaella Misiti voce
Livia Saccucci, Marco Paparella, Emiliano Valente letture
Emiliano Begni pianoforte e direzione musicale
In collaborazione con l’Associazione Fabrica
SALA CASELLA
venerdì 22 febbraio ore 21
Assoli concerto d’apertura
Omaggio a Ivan Fedele
Valentina Coladonato soprano
Emanuela Battigelli arpa
Michele Marco Rossi violoncello
Francesco Granata pianoforte
Claudio Proietti pianoforte
Ivan FEDELE
Suite Francese V per arpa sola
Gstaad Variationen** per arpa sola
Suite Francese VI* per violoncello solo
dagli Studi Australes: n. 2 per pianoforte solo
dagli Studi Boreali: n. 1 e 3 per pianoforte solo
Maurice RAVEL
Histoires naturelles per voce e pianoforte
TEATRO ARGENTINA
Mozart in the Quartet
Quartetto Guadagnini
Fabrizio Zoffoli violino
Cristina Papini violino
Matteo Rocchi viola
Alessandra Cefaliello violoncello
Sandro Cappelletto voce narrante
domenica 24 febbraio ore 11 primo concerto
Primi tre movimenti dal Quartetto n. 1 in sol maggiore K 80, detto “Quartetto di Lodi”
Allegro iniziale dal Quartetto n. 2 in re maggiore K 155
Adagio dal Quartetto n. 3 in sol maggiore K 156
Quartetto d’archi n. 15 in re minore K 421
giovedì 28 febbraio ore 21 secondo concerto
Quartetto n. 19 in do maggiore K 465 “Le dissonanze”
Quartetto n. 20 in re maggiore, K 499 “Hoffmeister”
Quartetto n. 23 in fa maggiore K 590