Momix Alice. Un viaggio fra inconscio e sinestesìe in prima mondiale a Roma

Chi è Alice? Si chiede Moses Pendleton insieme alla moglie Cynthia Quinn nella preparazione di questo attesissimo nuovo spettacolo, che si ispira alla favola di Lewis Carrol per trasportarci in un mondo onirico senza precedenti. Un viaggio sottosopra dritti nella tana del coniglio, nel buio del mondo ”underground” che racchiude tutte le paure e le fantasie infantili presenti nell’immaginario collettivo. Un viaggio alla scoperta del buio, di ciò che non conosciamo, per buttarsi a capofitto nelle belle sorprese della nostra mente attraverso il paradosso. Il cappellaio matto, la Regina di cuori, il gatto che compare e scompare, il coniglio bianco e poi lei, Alice, interpretata da quattro diverse ballerine, a partire dalla più giovane che è stata scelta attraverso un casting proprio per il suo aspetto da bambina pur avendo già 20 anni. Un anno di lavoro per ideare lo spettacolo con sette ballerini sul palco, immaginifici costumi realizzati da Phoebe Katzin e Beryl Taylor, video design di Woodrow F. Dick III.

Il tutto in un progress imprevedibile, come ci racconta in conferenza stampa Moses, dove la storia prende vita anche da incredibili coincidenze: ad esempio, durante gli allenamenti, mentre i ballerini utilizzavano delle grandi palle blu, è nata l’idea di un enorme bruco azzurro che sarà portato sul palco durante lo spettacolo (utilizzando proprio questi basici attrezzi ginnici). Ma l’ispirazione emerge ancor prima, già in occasione della presentazione del Calendario Pirelli 2018 a NY, il cui tema era appunto Alice nel Paese delle Meraviglie; e anche dai disegni dell’illustratore John Tenniel e da quelli a carattere surreale di Dalì, nonché dai fumetti di Disney. Ma l’unexpected caratterizza ogni momento dell’atto creativo.

E infatti anche la musica, sapientemete selezionata per 90 minuti di spettacolo, è sorprendente fonte di stimolo per i sensi tanto da poter apprezzare lo spettacolo persino ad occhi chiusi. Natura, creature umane che si fanno non umane, inconscio e tecnicismo: Alice dei Momix è una versione del tutto particolare di una favola che in questo caso si compone di “impressioni nate su altre impressioni”, alla ricerca della perfezione e del bello grazie alla danza. Prima mondiale a Roma, nella IX Edizione del Festival Internazionale della Danza, per l’Accademia Filarmonica Roma e il Teatro Olimpico. Imperdibile. (ph_courtesy of Equilibre Monaco/Filarmonica Romana)

filarmonicaromana.orgteatroolimpico.it
Momix Alice
Dal 20 Febbraio al 3 Marzo 2019
Teatro Olimpico_Piazza Gentile da Fabriano, 17
info: 063201752; promozione@filarmonicaromana.it
0632659916; ufficiopromozione@teatroolimpico.it
LINK VIDEO UFFICIALE:

https://drive.google.com/file/d/1vUllG3Uq6Ftwp5XyYWVh-ZmV1gIytjkw/view?usp=sharing

più letti