Milano e Roma, due espressioni del fashion Made in Italy

Come ogni anno, anche le vetrine dell’Alta Moda, si “vestono” per Natale, con un’unica differenza, ossia che a confronto con anni passati si è puntato più al minimalismo delle decorazioni per far si che fossero i capi esposti i veri protagonisti delle feste. Le due Capitali della moda Italiana Roma e Milano, hanno seguito lo stesso filo logico, infatti, in entrambe le città i più grandi brand hanno deciso di “addobbare” le loro vetrine in maniera discreta, dove i vestiti e gli accessori fossero i soli al centro dell’attenzione.

La centralissima via Montenapoleone a Milano è stata invasa, come di consueto, da molti stranieri che stanno visitando i negozi delle più grandi firme Italiane e per completare questa splendida atmosfera è stata scelta della musica di gran classe selezionata direttamente da Radio Montecarlo a far da sottofondo allo shopping nel Quadrilatero della moda Milanese.

Stessa cosa a Roma, infatti, in occasione delle feste Natalizie, anche la Capitale è meta obbligata per lo shopping d’oltreconfine. Qui tutto è stato curato nei minimi dettagli, dalle vetrine alle luci che fanno da cornice per una piacevole passeggiata per le vie simbolo della moda come ad esempio via Condotti, via Frattina, via Borgognona e via Cola di Rienzo che per l’occasione sfoggiano il meglio anche se per pochi.

Le grandi firme, in entrambe le città, come ogni anno, hanno quindi messo in scena uno spettacolo, se pur più discreto, dove stavolta i capi esposti rubano la scena ai classici simboli e colori del Natale. Una conferma, anche in tempi di crisi, che la creatività e l’estro italiano non sembrano soffrire di nessuna carenza d’ispirazione.

Abbiamo voluto offrire ai nostri lettori un simpatico confronto fra le due più importanti realtà italiane nell’ambito dell’Alta Moda, un confronto da cui entrambe le città ne escono a testa alta e si confermano, una volta di più, protagoniste assolute del fashion Made in Italy. (Ph_ courtesy of Elisa Di Matola che ha collaborato da Milano anche nella stesura di parte del testo).

più letti