Artigiano in Fiera: Visita al padiglione del Lazio

Un vero e proprio giro del mondo in 9 giorni quello che il pubblico potrà rivivere visitando l’expo Artigiano in Fiera a Milano dal 2 al 10 dicembre 2017, occasione unica per ammirare prodotti artigianali provenienti da tutto il mondo e introvabili altrove. Abbiamo chiesto alla nostra collaboratrice milanese Elisa Di Matola (autrice anche delle foto) di recarsi nel padiglione del Lazio per offrire ai nostri lettori un assaggio delle novità di questa edizione e….le sorprese non mancheranno. Uno dei primi artigiani degni di nota ha un nome singolare: Scartami (www.scartami.com). La passione per la carta stampata e la ricerca accurata di immagini estrapolate da giornali e riviste, è il tema conduttore delle decorazioni di portafogli e borse realizzate in carta resistente allo strappo, all’usura, nonché idrorepellente. Lo stesso leit motif della carta stampata applicata su borse e affini lo troviamo anche ne I Bottegai (www.ibottegai.com).

Nel settore gioielli e bigiotteria l’attenzione della nostra Elisa viene giustamente attirata dagli artigiani della Capim d’Oro (www.capimdoro.com) che potremo definire bigiotteria eco-chic di gran classe. Gli oggetti sono infatti realizzati usando la fibra vegetale di una pianta brasiliana ( il Capim Dourado) che, come dice il nome, conferisce un intenso colore dorato inalterabile nel tempo, ad orecchini, braccialetti e collane di squisita fattura.

Passando nel settore alimentare due aziende saltano subito agli occhi: la prima, Mammamia (www.oliomammamia.it), produce olio naturale al 100% estratto da olive italiane e in più, con grande sensibilità verso l’ecosistema, le bottiglie sono realizzate tutte con materiali riciclabili.

 

Seconda azienda da segnalare appartiene alla leggendaria famiglia Neri, che ha dissetato con i suoi chinotti almeno tre generazioni d’italiani. Stiamo parlando di Chinottissimo (www.chinottissimo.com), la bevanda tratta dalla formula originale del primo chinotto venduto in Italia che, con i suoi ben 53 estratti (non aromi) di erbe, si propone sul mercato come bevanda non solo buona ma anche salutare.

 

 

 

 

 

Per la gioia delle nostre lettrici, proseguiamo questa breve esplorazione del padiglione del Lazio mostrando dei prodotti cosmetici realizzati dall’azienda agricola Poggio Narnara (www.cosmesi.poggionarnara.com) che utilizza per le sue creme, lozioni e saponi sostanze tradizionali che vanno dal veleno di vipera, alla bava di lumaca, al latte d’asina.

 

Concludiamo questa sintetica rassegna con un doveroso omaggio alla pasticceria Stocchi di Maurizio Stocchi, con sedi nella tormentata area di Amatrice, per ammirare la ricca e gustosa produzione di panettoni artigianali, biscotti e dolciumi tipici del periodo natalizio e del reatino. (ph_ courtesy of Elisa Di Matola)