Toto’ Genio. Signori si nasce e lui, modestamente, lo nacque.

Reduce dal grande successo di critica e pubblico, arriva a Roma la mostra Totò Genio, ospitata dal 20 ottobre 2017 al 18 febbraio 2018 nel Museo di Roma in Trastevere. A cinquant’anni dalla scomparsa dell’immenso Antonio De Curtis, la mostra ripercorre la carriera di questo grande interprete del ‘900, attraverso documenti personali, cimeli, lettere, disegni, costumi, fotografie, installazioni e testimonianze. Un viaggio indietro nel tempo per raccontare, con l’aiuto del preciso e sensibile interprete Vincenzo Mollica, vita, passioni e amori del Maestro. E’ possibile ammirare i disegni realizzati da Pier Paolo Pasolini per la Terra vista dalla Luna (nell’episodio Le streghe interpretato da Totò), gli schizzi di Federico Fellini, che in lui vedeva uno dei suoi clown senza tempo o di Ettore Scola per la rivista satirica Marc’Aurelio. Il pubblico troverà anche disegni realizzati da fumettisti celebri come Crepax, Pratt, Manara, Onorato e Pazienza, e foto che ritraggono Totò in compagnia di grandi personaggi del Novecento. Sono presenti anche aspetti meno noti di Totò che lo videro testimonial della Lambretta e della Perugina che lo scelse, quest’ultima, come volto per pubblicizzare il famoso Bacio. La mostra racconta anche il grande legame dell’artista con la sua Napoli, il suo grande amore per i cani e per la sua compagna Franca Faldini, attraverso foto private che ci descrivono un uomo generoso che amava prendersi cura delle creature più deboli e indifese. Autore, tra l’altro di poesie e canzoni indimenticabili, amava dire: “ Non c’è nessuna discrepanza tra la mia professione (che adoro) e il fatto che io componga canzoni e butti giù qualche verso pieno di malinconia. Sono napoletano e i napoletani sono bravissimi nel passare dal riso al pianto”.

Dal 20 ottobre 2017 al 18 febbraio 2018
Museo di Roma in Trastevere
Piazza di S.Egidio, 1b
www.museodiromaintrastevere.it

più letti