Casino dell’Aurora Pallavicini. L’arte sposa il vino nel cuore di Roma

Alle soglie dell’estate, Roma promette diversi eventi sparsi in tutta la Città. Domenica scorsa, ad esempio, proprio nel cuore della Capitale in una location da sogno, si è svolta la seconda edizione di “Vino e arte che passione” che traccia un percorso storico e sensoriale all’interno dei giardini del Casino dell’Aurora Pallavicini: dalla coltivazione dei vitigni più nobili al legame dell’uomo con la terra, passando per l’amore verso un prodotto – il vino pregiato – che è denso di significati anche emozionali. 1200 gli ospiti per una serata sapientemente organizzata da Ciro Formisano e Antonio Pocchiari che hanno presentato oltre 50 selezionatissime aziende vitivinicole italiane dal nord al sud della nostra Italia. Degustazioni, seminari e visite guidate si sono avvicendati per tutto il pomeriggio in una cornice di bellezza assoluta, dove poter apprezzare anche la collezione d’arte antica della proprietà: era presente infatti anche la principessa Maria Camilla Pallavicini. Fra le cantine in degustazione, per la gioia di amatori e sommelier, citiamo: Antinori Castello della Sala (Umbria), Argiolas (Sardegna), Baglio Di Pianetto (Sicilia), Ruffino (Toscana), Serego Alighieri (Veneto), Tenuta Fertuna (Toscana), Tenuta di Fiorano (Lazio), Le Marchesine (Lombardia), Letrari (Trentino), Marchesi Di San Giuliano (Sicilia), Masi Agricola (Veneto). Sponsor dell’evento: Chopard, Rocchetta, Fedeli Cashmere, Trento Doc, Nonino, Paolo e Noemia d’Amico, Principe Pallavicini. (ph_courtesy of CT Consulting Events)

più letti