Alessandra Casciotti e il linguaggio del simbolo

La Galleria della Biblioteca Angelica, ospita la personale della pittrice Alessandra Casciotti: Il linguaggio del simbolo-fascino e mistero nel mito e nel concetto. Curata da Carla Mazzoni, la mostra espone opere selezionate in cui l’artista a voluto dare al concetto del simbolo un significato particolarmente profondo attingendo ispirazione dalla mitologia greca e latina e più ampiamente dall’esistenza umana. Ed ecco che il simbolo lo scopriamo ovunque attorno a noi: nelle forme geometriche, nei colori, nella natura, nelle figure umane ed animali. La pittrice rielabora in chiave contemporanea quegli elementi distintivi appartenenti al mito classico e concetti – come le profonde trasformazioni che la vita ci costringe ad affrontare – vengono espressi con l’ausilio di simboli naturali e soprannaturali. Nelle stagioni dell’anno, come in quelle della vita, il simbolo ci aiuta nella loro comprensione e al centro di tutto c’è la figura umana, elemento quasi scultoreo, che ci guida attraverso le variazioni climatiche stagionali.

Alessandra Casciotti, romana, ha sempre avuto una grande passione per l’arte ed ha cercato negli anni di esternare il suo concetto del bello esaltando forma e colore. Attraverso l’uso dei simboli, segni ed allegorie ci regala la sua visione della vita e della società. Il buon successo di pubblico l’ha portata all’attenzione della critica, ed oggi le sue opere sono quotate sul mercato nazionale ed internazionale.

Dal 13 al 17 febbraio 2017
Galleria della Biblioteca Angelica
via di Sant’Agostino, 11 Roma
vernissage Sabato 11 febbraio ore 18,00