Ara Pacis. La sorprendente arte tessile di Thomas De Falco

05Approda per una sera al Museo dell’Ara Pacis  la straordinaria creatività dell’Artista Thomas De Falco con una performance sviluppata in tre diversi momenti all’interno della storica location romana. Thomas è tra i pochi in Italia a operare a mano con la pratica del “wrapping”, che ha origine dall’antica arte della tessitura di arazzo a telaio verticale. Alba – il nome dell’articolato trittico – prende dunque vita davanti all’altare principale, dove una donna catturerà l’attenzione dei visitatori seduta su una sedia da arbitro, con un lungo abito a campana bianco dal quale si dipanano numerosi wrapping realizzati in seta e cotone bianchi, e sotto il quale sono celati i musicisti per la performance sonora. Poi, dietro l’altare, ecco il secondo quadro: un uomo e una donna distesi a terra sul marmo. 01Il terzo quadro è invece nell’auditorium del Museo, dove ci attende un enorme wrapping che avvolge i corpi di due modelli come in un grande bozzolo candido.

A esclusione, per ogni scena, di una presenza inquieta: un particolare rosso sangue che distingue ossessivamente tutte le opere dell’Artista. Le composizioni scultoree sono dapprima immobili e poi dinamiche, per completare quel forte impatto emotivo che De Falco intende comunicare al suo pubblico. 900 i metri totali di nodi e intrecci ideati dall’Artista ad hoc per la performance di sabato sera, che conferma ancora una volta l’attenzione della Città Eterna verso l’arte contemporanea in tutte le sue espressioni. Evento promosso da Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, ideato e organizzato da Equa di Camilla Morabito. A cura di Laura Cherubini. (ph_courtesy of_Equa)

Sabato 28 Maggio 2016
Alba Thomas De Falco
Museo dell’Ara Pacis -Roma
Lungotevere in Augusta
Ingresso libero dalle ore 20.30 fino a esaurimento posti. Ultimo ingresso ore 22.
www.arapacis.it