AltaRoma. La Divina Marchesa di Giada Curti

3-abito-neroGiada Curti, brand che affascina le donne di tutto il mondo, ci sorprende ancora una volta con una meravigliosa idea creativa dal gusto decisamente rétro: venerdì 29 sfilerà infatti al The St.Regis Rome di via Vittorio Emanuele Orlando la nuova Collezione Primavera/Estate 2016 ispirata all’Art Dèco e in particolare a La Divina Marchesa Luisa Casati, Musa di Boldini e amante di Gabriele D’annunzio, il quale sosteneva “Bisogna fare la propria vita come si fa un’opera d’arte. Bisogna che la vita di un uomo di intelletto sia opera di Lui. La superiorità vera, è tutta qui”. E la Marchesa, dalla postura statuaria alta e sottile, con la pelle adamantina e un make-up deciso, intendeva proprio diventare lei stessa opera d’arte con il suo stile di vita. Il Vate la definì Core’, regina degli inferi, e la sua fisicità1-abito-verde androgina ispirò Paul Poiret, Ertè e Mariano Fortuny. E da questi fertili spunti futuristi, nasce oggi la “Donna” griffata Giada Curti, un po’ dark lady con occhi magnetici e pupille dilatate dal collirio alla belladonna. Sensualità e mistero, trasparenze, tessuti sovrapposti, pizzo rebrode’, vestaglie in satin, nodi di grogrè, cordoni di seta come strozzini al collo, ponchos velati, nero, verde smeraldo e pelle d’angelo. E a chiudere la sfilata: la sposa Boldiniana. Evento solo su invito. (ph_courtesy of Together Eventi & Com.)

www.giadacurti.it
Scopri l’Atelier Giada Curti nel Centro di Roma:
Rampa Mignanelli, 12

più letti